Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[-]
Ultime Discussioni
International Users are welcome!
Last Post: admin
04-12-2018 11:29 PM
» Replies: 0
» Views: 70
Open Fisct Città di Bagheria 9-10 Febbra...
Last Post: francescolp
01-12-2018 02:53 PM
» Replies: 17
» Views: 426
Torneo Interregionale CDT, Viareggio 24 ...
Last Post: AstonVilla64
28-11-2018 09:20 PM
» Replies: 6
» Views: 135
Stradivari Cremona
Last Post: Macillo
28-11-2018 06:39 PM
» Replies: 5
» Views: 341
VI Trofeo delle 3T a Cremona - Regionale
Last Post: Macillo
28-11-2018 03:44 PM
» Replies: 11
» Views: 191

[-]
Ultimi Posts
International Users are welcome!
Hello International ...admin — 11:29 PM
Open Fisct Città di Bagheria 9-10 Febbr...
Non sapete come ragg...francescolp — 02:53 PM
Torneo Interregionale CDT, Viareggio 24...
Bene,  grazie ! P...AstonVilla64 — 09:20 PM
Stradivari Cremona
NUOVA SEDE CLUB! ...Macillo — 06:39 PM
VI Trofeo delle 3T a Cremona - Regionale
Vince il torneo Carl...Macillo — 03:44 PM

[-]
Chi è online
There are currently 4 online users. [Complete List]
» 1 Member(s) | 3 Guest(s)
Avatar

FISTF World Cup 2018
#1
Si è conclusa ieri la Coppa del Mondo 2018 di calcio da tavolo.

Un buon risultato delle nostre nazionali anche se ha deluso la squadra open che non è riuscita a superare le semi-finali battuta da una agguerrita Spagna che si è poi aggiudicata la competizione.

Poche le squadre giovanili presenti. L'Under 19 e l'Under 15 solo 3 squadre per categoria, purtroppo. Meglio la Under 12 dove 5 nazioni si sono presentate con le loro delegazioni.

Nel dettaglio vincono la Coppa del Mondo:
OPEN: Spagna in finale sul Belgio
VETERAN: Italia in finale sul Belgio
LADIES: Francia in finale sull'Italia
Under19: Italia prima classificata del girone (A/R)
Under15: Italia prima classificata del girone (A/R)
Under12: Spagna in finale sull'Italia (sconfitta ai calci piazzati dopo il pareggio nei tempi regolamentari)

Per le categorie individuali, invece:
OPEN: Mato Ciccarelli (Italia) in finale su Justin Leory (Belgio)
VETERAN: Charles Aquilina (Malta) in finale su Pascal Scheen (Belgio)
LADIES: Audrey Herbaut (Francia) in finale su Eleonora Buttitta (Italia)
Under19: Marco Di Vito (Italia) in finale su Giuseppe Pizzella (Italia)
Under15: Leonardo Giudice (Italia) in finale su Corentin Bouchez (Belgio)
Under12: Giorgio Giudice (Italia) in finale su Francesco Borgo (Italia)

Un bel bottino, comunque, per gli azzurri che si aggiudicano più della metà dei trofei in palio!!

Threesome  Wavemulticolor  Clappingorange
-------
Maurizio Brillantino

Visita la pagina Facebook del club di Cremona

I cinque settimi dei "vincitori":
...per aver i sopra indicati tenuto una condotta non conforme ai principi della lealtà, della probità e della rettitudine, nonché della correttezza morale...
Cita messaggio
#2
Io due/tre cose da dire le avrei...
Non ho ancora avuto tempo (ma soprattutto voglia) di fare il punto sulle cose da dire....
Mi ci devo mettere ?
Cita messaggio
#3
Ok....
Mi ci metto.....

Piccola premessa d'obbligo, onore a chi ha vinto e a chi ha dato tutto per la maglia azzurra!!!

Questi mondiali sono stati un vero e proprio disastro! 
Un disastro nella scelta del posto
Un disastro nella scelta dei capitani
Un disastro nella comunicazione e nella visibilità
Un disastro nelle scelte del direttivo

Andiamo con ordine...
La location. Non me ne voglia chi ci vive, ma Gibilterra come sede dei mondiali è una scelta scellerata.
Sicuramente bellissimo posto ma difficile da raggiungere e inutile, considerando il nostro piccolo mondo, ai fini promozionali. Non siamo il calcio straconosciuto da tutti in ogni dove. Siamo il calcio da tavolo, ci conoscono in pochi e, dove ci conoscono, siamo una realtà costantemente in bilico e poco consolidata. Gibilterra ha un bacino di possibili giocatori, ristretto ed è una realtà (lo dico senza voler offendere nessuno) che non può garantire nessun tipo di visibilità ad un movimento, come il nostro, già così miseramente piccolo. Aggiungiamoci anche le difficoltà logistiche per poterla raggiungere e voilà il giudizio negativo è presto fatto. Diverse defezioni si sono verificate proprio per i problemi legati al come arrivarci e ai costi, spesso assolutamente impegnativi, per essere presenti! Una pessima scelta...

I capitani. Senza voler entrare nel personale e senza voler fare una valutazione tecnica, va sottolineato che nominare dei capitani "proforma" solo perché si deve, è sbagliato! Ma partiamo dall'inizio... 
Chi, decide, cosa. Questa è la partenza. Bisogna decidere chi ha l'onore e l'onere di decidere e su cosa può o meno decidere. La scelta deve essere ragionata e non deve essere frutto di "opportunità" piu o meno casuali. Non può essere
un entità superiore (o convinta di esserlo) a stabilire i convocati, non può essere un torneo vinto a dare la possibilità di rappresentare l'Italia e nemmeno una presunta classifica basata su criteri di presenza a tornei a migliaia di chilometri.
Personalmente darei le chiavi delle nazionali a chi si prenda la briga di andare in giro a conoscere i giocatori da selezionare e a chi abbia a cuore un compito così delicato. Di certo non a chi ha come unico scopo l'apparire in una foto con un trofeo in mano o a chi è già lì!

La comunicazione e la visibilità. Qualche tempo fa, un semplice tesserato, ha chiesto lumi sul perché di una massiccia presenza del direttivo in quel di Gibilterra. La risposta è stata pronta ed esaustiva. "Abbiamo il compito di aggiornare chi non sarà presente e faremo le dirette delle partite su Facebook!" Boh... personalmente ho visto poco o niente di tutto questo. Un mondiale ha l'obbligo di essere l'evento per eccellenza, quello con la E maiuscola. Quello che tutti i tesserati aspettano e non solo i giocatori partecipanti! Televisione, giornali, radio, social dovrebbero essere saturati fino alla nausea di informazioni e notizie su un evento così importante. Ed invece... poco o nulla... abbiamo atteso i messaggini di alcuni volenterosi e quel poco fatto in maniera ufficiale, si è fatto sottolineando che il cellulare e la connessione erano personali! Triste....

Le scelte del direttivo. Da dove iniziare... difficile... ci provo... no... non riesco! Ho scritto, riletto, riscritto, cancellato, scritto di nuovo... non riesco. Tanto sappiamo già cosa verrebbe risposto... non voglio che questo post venga visto come "il solito attacco dei soliti noti" ! Questo post non nasce per attaccare qualcuno. Nasce dall'amarezza dei risultati sportivi che potevano e dovevano essere migliori. Nasce dal vedere rimanere a casa giocatori come Dotto e Colangelo. Nasce dal vedere ai mondiali gente che per mesi non sapevi nemmeno se esistevano. Nasce dal non sapere (spero di essere smentito nei giorni a venire) quanto è costata questa trasferta o dal sapere che se sei il capitano e perdi una finale subito ti ritrovi il furbo di turno (magari del direttivo!) che borbotta che eri la persona sbagliata... Nasce da chi dichiara che è stata una spedizione esaltante ma non racconta che le squadre del femminile erano 4, quelle del U19 erano 3, quelle U15 erano 3, quelle U12 erano 5. Numeri che dovrebbero far riflettere e preoccupare non poco chi si è messo alla guida di una "federazione" che dovrebbe puntare allo sviluppo ed invece perde treni in continuazione...

Per ora, basta così... lo sfogo mi ha tolto un po' di amaro in bocca... ma già so che è solo un palliativo... sono certo che nei mesi a venire avremo modo di rovinarci il fegato ancora un pochino...

Carlo "nonfacciamocirubareisogni" Ciraolo
Cita messaggio
#4
importante è poter tornare a casa e dire agli amici..."sono campione del mondo"!!!
Cita messaggio
#5
(08-09-2018, 03:06 PM)Ciro Ha scritto: Ok....
Mi ci metto.....

Piccola premessa d'obbligo, onore a chi ha vinto e a chi ha dato tutto per la maglia azzurra!!!

Questi mondiali sono stati un vero e proprio disastro! 
Un disastro nella scelta del posto
Un disastro nella scelta dei capitani
Un disastro nella comunicazione e nella visibilità
Un disastro nelle scelte del direttivo

Andiamo con ordine...
La location. Non me ne voglia chi ci vive, ma Gibilterra come sede dei mondiali è una scelta scellerata.
Sicuramente bellissimo posto ma difficile da raggiungere e inutile, considerando il nostro piccolo mondo, ai fini promozionali. Non siamo il calcio straconosciuto da tutti in ogni dove. Siamo il calcio da tavolo, ci conoscono in pochi e, dove ci conoscono, siamo una realtà costantemente in bilico e poco consolidata. Gibilterra ha un bacino di possibili giocatori, ristretto ed è una realtà (lo dico senza voler offendere nessuno) che non può garantire nessun tipo di visibilità ad un movimento, come il nostro, già così miseramente piccolo. Aggiungiamoci anche le difficoltà logistiche per poterla raggiungere e voilà il giudizio negativo è presto fatto. Diverse defezioni si sono verificate proprio per i problemi legati al come arrivarci e ai costi, spesso assolutamente impegnativi, per essere presenti! Una pessima scelta...

I capitani. Senza voler entrare nel personale e senza voler fare una valutazione tecnica, va sottolineato che nominare dei capitani "proforma" solo perché si deve, è sbagliato! Ma partiamo dall'inizio... 
Chi, decide, cosa. Questa è la partenza. Bisogna decidere chi ha l'onore e l'onere di decidere e su cosa può o meno decidere. La scelta deve essere ragionata e non deve essere frutto di "opportunità" piu o meno casuali. Non può essere
un entità superiore (o convinta di esserlo) a stabilire i convocati, non può essere un torneo vinto a dare la possibilità di rappresentare l'Italia e nemmeno una presunta classifica basata su criteri di presenza a tornei a migliaia di chilometri.
Personalmente darei le chiavi delle nazionali a chi si prenda la briga di andare in giro a conoscere i giocatori da selezionare e a chi abbia a cuore un compito così delicato. Di certo non a chi ha come unico scopo l'apparire in una foto con un trofeo in mano o a chi è già lì!

La comunicazione e la visibilità. Qualche tempo fa, un semplice tesserato, ha chiesto lumi sul perché di una massiccia presenza del direttivo in quel di Gibilterra. La risposta è stata pronta ed esaustiva. "Abbiamo il compito di aggiornare chi non sarà presente e faremo le dirette delle partite su Facebook!" Boh... personalmente ho visto poco o niente di tutto questo. Un mondiale ha l'obbligo di essere l'evento per eccellenza, quello con la E maiuscola. Quello che tutti i tesserati aspettano e non solo i giocatori partecipanti! Televisione, giornali, radio, social dovrebbero essere saturati fino alla nausea di informazioni e notizie su un evento così importante. Ed invece... poco o nulla... abbiamo atteso i messaggini di alcuni volenterosi e quel poco fatto in maniera ufficiale, si è fatto sottolineando che il cellulare e la connessione erano personali! Triste....

Le scelte del direttivo. Da dove iniziare... difficile... ci provo... no... non riesco! Ho scritto, riletto, riscritto, cancellato, scritto di nuovo... non riesco. Tanto sappiamo già cosa verrebbe risposto... non voglio che questo post venga visto come "il solito attacco dei soliti noti" ! Questo post non nasce per attaccare qualcuno. Nasce dall'amarezza dei risultati sportivi che potevano e dovevano essere migliori. Nasce dal vedere rimanere a casa giocatori come Dotto e Colangelo. Nasce dal vedere ai mondiali gente che per mesi non sapevi nemmeno se esistevano. Nasce dal non sapere (spero di essere smentito nei giorni a venire) quanto è costata questa trasferta o dal sapere che se sei il capitano e perdi una finale subito ti ritrovi il furbo di turno (magari del direttivo!) che borbotta che eri la persona sbagliata... Nasce da chi dichiara che è stata una spedizione esaltante ma non racconta che le squadre del femminile erano 4, quelle del U19 erano 3, quelle U15 erano 3, quelle U12 erano 5. Numeri che dovrebbero far riflettere e preoccupare non poco chi si è messo alla guida di una "federazione" che dovrebbe puntare allo sviluppo ed invece perde treni in continuazione...

Per ora, basta così... lo sfogo mi ha tolto un po' di amaro in bocca... ma già so che è solo un palliativo... sono certo che nei mesi a venire avremo modo di rovinarci il fegato ancora un pochino...

Carlo "nonfacciamocirubareisogni" Ciraolo

92 minuti di  Icon_clap Icon_clap Icon_clap Icon_clap Icon_clap Icon_clap Icon_clap Icon_clap Icon_clap Icon_clap
Gian Marco Pedicini
Stradivari Cremona
Cita messaggio
#6
Big Grin 
Lucida! Fosse magari anche analizzata con attenzione dagli "aventi diritto" sarebbe piena di spunti di discussione interessanti!

Ma sai che gli dei non sbagliano! Tu, comune mortale e tesseratucolo mezza tacca, come ti permetti...?? Manco in serie B giochi! Vergogna Big Grin Big Grin Big Grin Pensa a fare il mercato e prendere i giocatori che così vinci e vai in serie A e vinci lo scudetto .Ti costa come un Ducato 9 posti per girare con il club per tornei, ma vuoi mettere la libidine violenta dello scudetto? Eek   Lol   Cheerleadersmileygirl Cheerleadersmileygirl
-------
Maurizio Brillantino

Visita la pagina Facebook del club di Cremona

I cinque settimi dei "vincitori":
...per aver i sopra indicati tenuto una condotta non conforme ai principi della lealtà, della probità e della rettitudine, nonché della correttezza morale...
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)